Calvairate Social Park

Home Sweet Home Show

domenica 4 luglio 2021
18:00 - 19:00

Una divertente parodia in grado di coinvolgere grandi e piccini: clown, acrobatica, giocoleria, danza, e un pizzico di necessaria follia sono gli ingredienti per questo imperdibile spettacolo.
Al centro della scena c'è lei: una casalinga o meglio una Supercasalinga, eroina della casa: prove di velocità, sfide
tecnologiche, esercizi di precisione per sconfiggere il nemico più acerrimo: lo Sporco impossibile.
Il suo motto: “Ogni mattino in Africa una gazzella si sveglia e sa che deve correre più in fretta del leone.
Ogni giorno la casalinga si sveglia e sa che dovrà pulire più veloce dello sporco!!”
C'è una Supercasalinga dentro ad ognuno di noi e Lei vi aiuterà a scoprirlo.

di e con Roberta Paolini 

 

COORDINAMENTO REGISTICO Giuseppe Vetti, Bano Ferrari 
COSTUMI Simona Randazzo, Roberta Paolini 
SCENOGRAFIA Francesca Biffi, Roberta Paolini 

Puoi effettuare una donazione per sostenere l'attività.
Riceverai il link per effettuare la tua donazione nell'email di registrazione al corso

Un'iniziativa di
Collettivo Clown in collaborazione con APS Le Belle Arti, Progetto Artepassante

Collettivo Clown in collaborazione con APS Le Belle Arti, Progetto Artepassante

Artisti uniti per portare il clown oltre lo stereotipo, lo spettacolo oltre la finzione, alla ricerca di un incontro autentico, verso una cultura della gioia.

Il Collettivo Clown nasce nel 2014 dal desiderio di 7 artisti con percorsi differenti, uniti da una forte affinità poetica. Il Collettivo è attivo nella formazione, organizzazione eventi e produzione di spettacoli che viaggiano in Italia e all'estero, in festival di teatro di strada, di circo contemporaneo e nei circuiti teatrali. È impegnato a Milano anche in ambito sociale ed educativo. È in prima linea per lo sviluppo del progetto Artepassante. Dal 2018 in collaborazione con Manicomics Teatro è sostenuto dal MiBACT. Dal 2020 in collaborazione con Ass. Le Belle Arti partecipa a DisseMIna, progetto d’innovazione culturale finanziato da Fondazione Cariplo.

E’ un collettivo artistico, ma anche una tribù, una comunità che sperimenta modelli di governance dinamici, ricercando le chiavi che permettano a ognuno di essere libero di esprimersi, autonomo e in armonia con gli altri.